Coppa del mondo Soelden 2018-19: inizia la caccia a Marcel Hirscher

Dopo una lunga attesa torna, finalmente, la Coppa del Mondo di sci alpino. Sul ghiacciaio del Rettenbach come consuetudine, prende il via la stagione, con l’antipasto di Soelden e, fortunatamente, quest’anno la tappa austriaca sembra che si disputerà, dato che nella scorsa stagione non si poté correre per colpa del forte vento che rese impossibili le discese degli atleti.

Su chi si possa definire come il favorito della gara di domenica, ovviamente, la scelta è facile.

Marcel Hirscher vuole iniziare con il piede giusto anche questa stagione, per andare a caccia dell’ottava Coppa del Mondo della sua, già immensa, carriera e, soprattutto, tornare a vincere a Soelden. L’austriaco, che ha vinto la classifica di gigante per ben 5 volte, sul ghiacciaio del Rettenbach è salito sul gradino più alto del podio solamente in un’occasione, nel 2014, precedendo il tedesco Fritz Dopfer e il francese Alexis Pinturault. Uno stimolo in più, dunque, per lo sciatore che ha “cannibalizzato” il Circo bianco in queste ultime annate e che, va ricordato, nella scorsa stagione ha vinto sei slalom giganti sui sette disputati, aggiungendo un terzo posto.

Il dominio assoluto di Hirscher da chi potrà essere messo in discussione? Il primo della lista dei “nemici” non potrà che essere proprio Alexis Pinturault che detiene l’ultimo successo a Soelden, nel 2016, precedendo proprio Hirscher ed il tedesco Felix Neureuther. Il francese è reduce dalla medaglia di bronzo conquistata a PyeongChang 2018 e vuole ribadire di poter mettere in difficoltà il regno del campione di Annaberg im Lammertal. Al suo fianco, in questo non semplice compito, non mancherà il norvegese Henrik Kristoffersen che nella scorsa annata si è classificato nella piazza d’onore in ben cinque occasioni, ed ogni volta alle spalle proprio di Hirscher.

La gara di domenica ci darà, anche, l’opportunità di vedere all’opera diversi sciatori che dovranno mettere in pista conferme importanti. Tra questi il padrone di casa Manuel Feller, lo svedese Matts Olsson e lo sloveno Zan Kranjec, tutti atleti che, per un motivo o per un altro, vivranno questa Coppa del Mondo con tanti punti di domanda, e nodi, da sciogliere.

Sul fronte italiano le speranze, oggettivamente, non sono particolarmente elevate. I convocati dal direttore sportivo Massimo Rinaldi sono: Giulio Bosca, Luca De Aliprandini, Alex Hofer, Simon Maurberger, Manfred Moelgg, Roberto Nani, Riccardo Tonetti e Hannes Zingerle. La speranza, per i nostri portacolori, è di iniziare con il piede giusto a Soelden, per gettare basi più solide in vista del prosieguo di una annata che deve essere, gioco forza, all’insegna della riscossa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here