Coppa del Mondo Wengen: e sono 53 per Hirscher

Lo slalom di Wengen è vinto ancora una volta da Marcel Hirscher che mette l’ennesimo sigillo in Coppa del Mondo e sigla la 53° vittoria nel massimo circuito mondiale. Ancora una volta le parole non basterebbero per descrivere la sua sciata, la sua determinazione e la sua lucidità nel gestire ogni situazione. Gestione che non vuol dire controllare, ma sapere interpretare ogni singolo passaggio, dosso e difficoltà.

Marcel Hirscher Coppa del Mondo Wengen

Lo spiega in due parole Stefano Gross: «Cosa fa Hirscher? Si ficca giù e vince». Punto. A capo. Questa volta sul podio di Wengen non c’è Michael Matt, al secondo posto c’è il norvegese Henrik Kristoffersen che non riesce più a vincere. Secondo e un’altra lezione presa da Hirscher con i 93/100 accusati. Terzo gradino del podio per Andre Myhrer, a 1″72, arretrato di una posizione.

Henrik Kristoffersen

SVIZZERA, FESTA A METÀ – La Svizzera è andata vicino al grande colpo: Ramon Zenhaeusern con una grande seconda manche rischia di andare sul podio, ma per pochissimi centesimi deve accontentarsi del quarto posto, a 1″81 da Hirscher.

LA CLASSIFICA DELLO SLALOM 

GROSS RECUPERA, MA È DELUSOStefano Gross recupera cinque posizioni, chiude al settimo posto, a 3″09, un risultato salvato nella seconda manche. Un piazzamento che però lo fa tornare a casa con tanto amaro in bocca. «Non un buon risultato, il piazzamento non male, ma prendiamo tre secondi e questo non va bene – dice -. Non ho ancora quella fiducia che ho in allenamento, non è una gara positiva. A me piace tantissimo questo ghiaccio, ma quando non spingi il feeling viene a mancare».

DODICESIMO MOELGG – Dodicesimo posto per Manfred Moelgg, a 3″74 che torna a casa con qualche sensazione positiva. «Sono abbastanza buone a tratti, lo so che io, ma anche voi (giornalisti, ndr) vi aspettate qualcosa di più – dice -. Non viene tutto facile come vorrei, nel muro dove siamo i migliori faccio fatica, ma già da Levi lo sapevo, ho fatto poco ripido, ma guardo avanti con fiducia».

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here