Giovanni Franzoni e Filippo Della Vite tornano senza punti dal Rettenbach, ma arricchiti di tanta esperienza.

Dalla prima in Gigante di Coppa del Mondo 2021-2022, i giovani azzurri rispettivamente delle Fiamme Gialle e Fiamme Oro tornano con uno zaino carico di lavoro da fare.

Il Bergamasco Filippo Della Vite ha sfiorato la qualifica per la seconda manche di poco, ma l’analisi è sempre obiettiva e piena di voglia di ottenere un risultato al più presto:

Oggi c’è mancato poco alla qualifica per la seconda manche, sono stato lento nella parte sopra della pista, poi ho fatto un errorino sotto sul piano, e a tratti mi sono sentito lento e quindi l’insieme di queste cose mi è costata la qualifica. Ora si torna ad allenarsi per la prossima gara, ma sono comunque soddisfatto di come ho sciato e la strada è quella giusta“.

 

Il Bresciano Giovanni Franzoni sempre molto limpido nella sua disamina:

Sono andato un po’ a spasso sul muro, ero in forma ma mi manca totalmente il ritmo gara in gigante, soprattutto il primo giro. Ho cercato di attaccare al massimo ma non è proprio bastato. Sul ripido ci ho messo una vita a scendere! È ovvio che non sono soddisfatto, ma ora torno a lavorare ancora più convinto in vista delle prossime mie gare che dovrebbero essere quelle di coppa Europa a fine novembre“.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here