Senza rispetto“. Così Giovanni Franzoni, il più giovane oggi in gara a Cortina , 19enne classe 2001 delle Fiamme Gialle, aveva detto alla vigilia su come avrebbe affrontato il suo Esordio Mondiale.

Un Esordio nella massima serie sia in Combinata ma anche in SuperG e in Slalom.

Se nella manche di Super sull’Olympia delle Tofane ha fatto vedere di esserci con un 18esimo tempo a 1:39 dal leader, nella manche di slalom con neve barrata e ghiacciata sicuramente l’inesperienza l’ha tradito inforcando alla prima porta, ma questa inforcata era sinonimo proprio di grinta, cattiveria, “fame” di fare vedere di che pasta è fatto anche in slalom.

Emozioni e Pensieri, il tutto racchiuso in un racconto di pochi minuti di gara di una giornata interminabile, stancante per le energie fisiche e nervose.

 

Eh peccato, la pista era difficilissima, molto scivolosa e queste condizioni in slalom penso di non averle mai trovate, sono stato un po’ ingenuo e un po’ sfortunato la prima porta, poi sono salito a scaletta e le gambe mi bruciavo da morire ma pensavo che fosse la cosa giusta da fare. È sicuramente tutta esperienza che mi porterò già per la gara di domani“.

 

Cuore Testa Coraggio.

Così Giovanni Franzoni vive lo Sci e vivrà questi mondiali di Cortina, le piste dove è cresciuto sciisticamente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here