Lake Louise: stasera prima discesa femminile, Ilka Stuhec tra le favorite

Inizia la Coppa del Mondo di velocità.

Questa sera il settore femminile farà il suo esordio stagionale con la prima delle due discese in programma a Lake Louise, località canadese che solo qualche giorno fa ha ospitato le prove maschili.

In questi tre giorni di allenamenti ufficiali si è visto un po’ di tutto: giovani davanti, big nascoste, errori e tattiche.

Com’è normale nelle prove.

Sarà quindi una gara tutta da scoprire, anche se la pista non così difficile e con diversi tratti di scorrimento, dovrebbero favorire la slovena Ilka Stuhec che rientra dall’infortunio dello scorso anno.

«Le prove non sono mai chiare del tutto, le ragazze tirano solo in alcuni tratti, poi si rialzano, del resto tre prove e altrettante gare rappresentano un programma intenso – ha spiegato Matteo Guadagnini -. Su questo pendio occorre essere molto scorrevoli, la Stuhec è molto avvantaggiata, le austriache sono veloci anche se tecnicamente non stanno sciando benissimo».

SEI AZZURRE AL VIA – Le azzurre al cancelletto di partenza saranno Nadia Fanchini con il 4, Federica Brignone con il 18, Nicol Delago con il 28, Anna Hofer con il 33, Elena Curtoni con il 34 e Francesca Marsaglia con  il 43.

Sulla pista canadese Nadia Fanchini ha vinto un superG nel 2008, con due secondi posti in discesa uno sempre nel 2008 e l’altro nel 2006.

«La pista è sempre la solita – racconta la bresciana – sono tanti anni che vengo in Canada e le condizioni sono sempre buone. Ogni giorno la neve va compattandosi, il meteo tende a migliorare, le condizioni insomma sono ottime. Rispetto agli anni scorsi l’unica cosa un pò cambiata sono i salti leggermente limati, si salta molto meno».

Federica Brignone vuole andare a caccia di punti per la generale e vuole anche ottenere risultati di prestigio in discesa, come ha già fatto in superG.

È carica dopo la vittoria di Killington, ma in Canada non troverà un pendio così tecnico da poter fare la differenza.

«Sono state prove diverse, nei primi giorni la neve scivolava, via via il manto si è compattato: la pista è ondulata e la visibilità non e’ stata ottimale. È la seconda volta che gareggio a Lake Louise, ho fatto solo un superG un paio d’anni fa e il tracciato è abbastanza bello, se le condizioni rimangono queste possono diventare belle gare anche per me. Non è sulla carta un pendio dove posso andare meglio, sarà in ogni caso un ottimo allenamento per fare velocità».

ITALIA CON I CEROTTI – Non ci sarà l’americana Lindsey Vonn, ferma per un problema al ginocchio, ma non ci saranno ben tre azzurre tutte ferme per infortunio.

Sono Sofia Goggia, Johanna Schnarf ed Elena Fanchini: «Purtroppo ci mancano loro che negli ultimi anni qui si erano molto ben comportate» ha spiegato ancora Guadagnini.

LE STRANIERE – Svizzere e austriache sono andate molto veloci in prova.

Ma si sa, contano bene poco, oggi si capirà il vero valore delle atlete.

Indicazioni più che positive per la tedesca Kira Weidle, giovane di 22 anni che si è messa in evidenza nelle ultime due prove: che cosa farà in gara? Aprirà Michelle Gisin, seguita da Ramona Siebenhofer e Tina Weirather.

Si gareggia alle 20,30, diretta su Raisport ed Eurosport.

Fonte Raceskimagazine.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here