Marta Rossetti determinata: “Voglio la qualifica alle Finals del Parallelo Gigante”

Che la determinazione e la competitività fossero sue prerogative lo avevamo capito già in passato, ma il futuro si chiama Parallelo Gigante e Marta Rossetti, la Leonessa bresciana in forza al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro è più determinata che mai a fare bene.

Per se stessa in primis, e quella maledetta prima manche del secondo slalom di Levi:

“Il primo giorno ero felice di essermi qualificata ed andata a punti. La pista di Levi è una pista dove bisogna spingere tanto sia sopra che nel raccordino finale. Evidentemente nella seconda gara non ho spinto abbastanza”.

Domani però è tempo di Parallelo Gigante.

Nuova gara, nuovo format:

A parte che sarà il primo e unico parallelo della stagione di Coppa del Mondo. Gli sci da usare sono quelli da Gigante perché la distanza delle porte varia dai 16 ai 20 metri, e nei training ne abbiamo provate diverse paia.

Ecco perché abbiamo svolto anche tanto allenamento sul gigante. Sicuramente ci sarà da divertirsi con le due Run.

Per me è la prima volta in un parallelo di Coppa del Mondo e voglio davvero accedere alle Finals del pomeriggio.

Gli ultimi due giorni di allenamento a Livigno sono stati molto buoni, abbiamo provato diverse situazioni tecniche e tattiche, senza sfide dirette parallele come in gara per non rischiare magari di farci male inutilmente.

Abbiamo provato bene la partenza che è un momento fondamentale in questa disciplina“.

 

Marta Rossetti
Nella foto Marta indossa il Dispositivo di Protezione Antitaglio di Energiapura, che serve proprio a difendere e proteggere l’atleta da incidenti da taglio come possono avvenire durante una gara come il Parallelo.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here